I folli pois di Yayoi

Yayoi Kusama non è solo un’arzilla vecchietta di 80 anni ma è anche una delle più importanti artiste giapponesi contemporanee. Al PAC di Milano, fino al 14 febbraio, è in mostra una sua personale dal titolo “I Want to live forever”
Probabilmente il nome di questa donna non è molto conosciuto ma sicuramente le sue opere, fiori giganti, forme semplici e sinuose e soprattutto i suoi pois, tanti, di ogni misura e perfetti, sono molto famosi. E piacciono molto pure ai bambini.Continua a leggere…

Stryper-Milano,19-01-2010


Alcatraz di Milano immerso in luci soffuse,palco con strisce giallo-nere e schiere di fans che mano  mano entrano ed attendono gli Stryper che,per la prima volta in 25 anni di carriera,calcheranno un palco italiano.

Già dalla fila fuori in attesa dell’apertura si capisce che l’evento é particolare:gente col sorriso stampato sul volto di qualsiasi età,alcuni phonatissimi con pantaloni leopardati e stivale bianco,altri vestiti da classici metallari in puro stile all black. Nel locale si infilano anche Pino Scotto e fratello metallo,mentre il merchandising ufficiale sfoggia una maglietta del tour ’86 proveniente da chissà quale magazzino.Continua a leggere…

Le carte di Robin Hood

Robin Hood non è solo un mito, un eroe letterario, esiste veramente e vive a Las Vegas, o meglio è li che esercita.

Cliccate sul sito www.robinhood702.com, inserite i vostri dati, la somma di cui avete bisogno e il motivo per cui vi servono i soldi e se riuscite a convincerlo è fatta! Robin si siede al tavolo da Blackjack e mette al  servizio della solidarietà la sua incredibile abilità al tavolo verde.Continua a leggere…

Una vita da oscar

Quanti di noi si sono commossi di fronte alla magistrale interpretazione dell’uomo malato di autismo di    Dustin Hoffman in Rain man. Ben 4 oscar, tra cui quello di miglior film. Ma in realtà quanti sanno chi ha effettivamente ispirato quel film. Barry Morrow, sceneggiatore , conobbe Kim Peek durante una pausa ad una conferenza dell’Association of Retarded Citizens in Texas nel 1984. Kim recitò davanti a Barry dei brani di Shakespeare a memoria (aveva memorizzato l’opera omnia) e elencò i c.a.p e i prefissi telefonici di tutti gli Stati Uniti. Morrow rimase talmente colpito da dedicargli addirittura il film.Continua a leggere…

Montagna assassina-La storia di Toni Kurz

L’Eiger,una montagna accoccolata tra le Alpi bernesi. Uno scenario d’incanto. Non particolarmente alta,il suo apice é situato a 3970 metri sul livello del mare. Come tutte le cose incantevoli,l’Eiger nasconde il suo lato mostruoso che in questo caso si identifica con la sua parete Nord. A tutt’oggi,quel tratto da scalare viene ritenuto uno degli scenari più pericolosi e da incubo che un uomo possa affrontare.

Continua a leggere…

Ricordando Glauco Onorato…

Nel cinema chi sta dietro le quinte non é mai conosciuto o troppo considerato dai non addetti ai lavori. Eppure doppiatori,direttori della fotografia,scenografi e tutti gli altri fanno anch’essi parte di una storia importante.

E’ per questo che con questo piccolo articolo vogliamo rendere omaggio ad un personaggio importante per il cinema italiano,conosciuto per la voce ma non per il viso.

Ieri é morto Glauco Onorato. Il nome non dirà nulla ai più ma le sue corde vocali sono state prestate a due personaggi che tutti conoscono:Bud Spencer e Arnold Schwarzenegger. Oltre ad essere voce ufficiale di questi due attori,Glauco ha anche doppiato,tra gli altri, James Coburn,Charles Bronson e Mr.T in tutta la serie dell'”A-Team”. Anche la voce di Zenigata nei cartoni di “Lupin” é sua.

Si é spento ieri dopo una lunga malattia all’età di 73 anni. Vogliamo ringraziarlo per le grandi emozioni che la sua voce ci ha fatto vivere.

Addio,Glauco.