L’esplosione del Challenger

28 gennaio 1986:25 anni fa si consumava la tragedia del Challenger.Alle 11.28,in diretta telesiva,lo shuttle con a bordo Christa McAuliffe,la prima insegnante della storia nello spazio,iniziava il decollo.Meno di un minuto dopo,esplodeva sotto gli occhi atterriti di milioni di spettatori.Continua a leggere…

Annunci

E Johnny prese il fucile-Dalton Trumbo

Joe Bohnam (non il batterista dei Led Zeppelin) é un ragazzo americano che,allo scoppio della prima guerra mondiale, si arruola nell’esercito e viene mandato al fronte francese.Viene colpito in pieno da un proiettile di un obice e perde braccia,gambe e la parte del viso comprendente naso,bocca e orecchie perdendo irrimediabilmente vista,udito e olfatto. Viene ricoverato in un ospedale militare e sopravvive miracolosamente.Assistito e nutrito artificialmente, Joe viene reputato spacciato in tutti i sensi ma in realtà é cosciente ed in grado di pensare nonostante le menomazioni e l’impossibilità a comunicare.Continua a leggere…

In coda per il pane, communist monopoly

Tutti in coda per il pane Da quando Charles Darrow nel 1935 lo registrò, ben 750 milioni di persone  ci hanno giocato, oltre 250 milioni di copie in 106 paesi e in 40 lingue  diverse sono state vendute e nel 1998 il gioielliere Sidney Mobell ne ha  realizzata una versione tutta d’oro e pietre preziose del valore di 2 milioni di  euro. Stiamo parlando del Monopoli, il più famoso gioco da tavolo di tutti i  tempi.Continua a leggere…

Il prezzo del sesso è la morte

Allegoria dell'Amore e del Tempo di Agnolo Bronzino (1503 - 1572)

“ L’uomo, nato di donna, ha vita corta e tormenti a sazietà. Come un fiore, sboccia e quindi avvizzisce, fugge come un’ombra, senza fermarsi.” (Giobbe,14-1.2). E anche: “Se non sai come si fa a morire, non ti dar cruccio. La Natura te lo insegnerà a puntino in un sol momento. E lo farà proprio per te. Stai pur tranquillo.” (Montaigne). Oppure: “Non è che io abbia paura di morire. E’ solo che io non vorrei essere lì quando accadrà.” (Woody Allen). E ancora: “Quello che fummo siete, quello che siamo sarete.” (Anonimo romano).

Potremmo andare avanti e riempire pagine e pagine di citazioni, pensieri, speculazioni filosofiche, culturali e, soprattutto, religiose, implicazioni fisiologiche, sociali, morali ecc ecc sulla morte, senza mai arrivare a una vera, reale comprensione di quel processo assurdo, doloroso, ineluttabile che è, appunto, morire. L’unica cosa chiara a tutti è che si tratta di un destino comune.Continua a leggere…

L’inferno trasparente, The Dome di Stephen King

Copertina Quando quel giorno soleggiato di autunno la cupola imprigionò Chester  Mill, le persone e gli animali più fortunati morirono subito. I giorni che  seguirono sarebbero diventati giorni di terrore, di morte e disperazione. Un  involucro di non precisate dimensioni e di un materiale trasparente dalla  provenienza sconosciuta aveva escluso il Mill dal mondo, senza possibilità  di fuga.Continua a leggere…

“Inception”:non proprio un bel sogno…

Lo so lo so:il film é uscito da parecchio e la mia recensione appare solo ora.Mi scuso in anticipo con i lettori con la giustificazione più banale del mondo:l’ho visto solo ieri.

“Inception” narra la storia di Dominic Cobb(Leonardo Di Caprio)che di lavoro fa l’estrattore,cioé una persona che si insinua fisicamente nei sogni di un’altra persona per rubarne le idee e i segreti.Mentre con il suo socio Arthur(Joseph-Gordon Lewitt) si trova nei sogni di un potente uomo d’affari giapponese,Saito,(Ken Watanabe)Continua a leggere…

Storia di un massacro:Jim Jones e il “Tempio del popolo”

Quando i soldati della Guyana arrivarono nel posto non potevano credere ai loro occhi:cadaveri e cadaveri,tutti in fila,tutti morti. Uomini,donne,bambini,anziani. Un numero sterminato.E tra loro,il reverendo Jim Jones.

Jim Jones nacque nel 1931 negli Stati Uniti. Sveglio e perspicace sin da bambino,il nostro si mise in testa che in qualche modo doveva entrare a far parte della storia e cambiare il mondo.Fondò così il suo culto personale chiamato “Tempio del Popolo”Continua a leggere…