Settembre nero…si salveranno solo i babaciu

Settembre nero.Non il famoso quanto tragicamente conosciuto gruppo terroristico che seminò il terrore alle olimpiadi di Monaco sequestrando gli atleti della squadra israeliana ma quello che attende,a quanto pare,l’Italia.Dopo i bagordi delle vacanze e gli occhi gonfi per il ritorno al lavoro il mese di settembre presenterà probabilmente altre tristezze.

Profezia?Previsione?Informazione segreta svelata in anticipo?Semplice sensazione?Pensiero a ruota libera?Ognuno attribuisca a questo articolo la definizione che meglio preferisce.

Dopo il probabile taglio del rating che Standard & Poor’s ha fatto in previsione dell’imminente decadenza economica italiana,molte cose fanno pensare in un futuro non proprio roseo per lo stivale italico.La manovra economica in primis:no decurtazione alla politica in generale,si alla tassazione dei cittadini.Assolutamente ciechi e soprattutto strafottenti verso i contribuenti i nostri cari politicanti in toto(senza differenze di colore o schieramento)mantengono tutti i loro privilegi inutili,i loro stipendi aurei attingendo come sempre a piene mani ovunque si possa.Tasseranno i BOT in maniera retroattiva facendo salire il prelievo fiscale di quasi 100 euro.Una cosa mai vista.Oltre a danneggiare i piccoli risparmiatori e i detentori in generale dei titoli di stato i nostri beneamati parrucconi disincentiveranno questo investimento da parte dell’estero.

La non abolizione delle province(prevista dalla prima Repubblica all’atto della sua fondazione per il 1970 ,unica forma di precariato in Italia utile a qualcuno)rifiutata ennesimamente ieri era una buona occasione per risparmiare.Ma nulla é stato fatto.I politicanti italiani continuano beceramente ad avere la faccia tosta di prendere apertamente per i fondelli(ormai quasi cuciti con le pezze)un’intera popolazione(vedasi anche la spesa per il referendum sull’acqua che comunque verrà privatizzata ignorando chiunque abbia apposto i suoi SI su quelle schede,spendendo inutilmente altri soldi)sembrano avulsi dalla realtà delle cose,intrappolati nel loro empireo mondo dorato o in un particolarissimo Olimpo(sede degli dei greci….greci,Grecia…chi ha orecchie per intendere).

A settembre la nostra fantastica e già ultratartassata(anzi,ultratatassata)economia potrebbe crollare in due ore riducendo il nostro stivale ad una calzatura malandata,bucata e maleodorante,pronta per essere gettata nell’immondizia.

Si salveranno solo i babaciu,i pupazzi che si trovano a San Pietro,frazione di Monterosso Grana,paese accoccolato sulle alpi piemontesi.I cari fantocci realizzati per tradizione dagli abitanti del luogo e che immobili popolano le strade ed i balconi.

Loro non risentiranno questa botta che potrebbe arrivare.Resistono al freddo delle notti di alta montagna figurarsi cosa può fare loro un probabile decadimento italico.A meno che qualche umano incazzato nero per questa situazione non decida di dargli fuoco per ribellione o chissà cosa.Non credo proprio.Alla fine i babaciu sono gli unici che sopravviveranno.

W l’Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...