Sono un editore che pubblica poesia

Sono un editore che pubblica poesia

e quando vado a spasso la sera coi cani,

mi sembra di vederli liberi nelle strade

i poeti che a lungo discutono gesticolando.

(Inviano l’e-mail con le poesie,

mio compito è leggerle, sceglierle impaginarle

e rispedire i pdf per i ripensamenti:

quel che non va, la parola da cambiare.)

Alcuni scrivono con modi dolcemente insicuri,

altri smargiassi; gli attempati sempre un po’ lamentosi

hanno stretti rapporti con la natura –

raccolgono olive, fanno gli orti, guardano il lago –

i più giovani pensano all’amore, sono visionari

ognuno secondo il suo infinito.

Hanno cuffie colorate e ciuffi ribelli,

i maschi da lontano somigliano a Dylan Thomas,

le femmine come gatte selvatiche

sono gestanti del sogno del mondo,

sono mendicanti nella parola

in cerca di una vasta libertà,

si appoggiano solidamente sulla storia,

vengono da spiagge proprie

inesistenti prima dei loro versi,

e sono spesso solitari perché scrivono

per se stessi poiché sognano il mondo nuovo,

ognuno secondo il suo infinito.Continua a leggere…

Storpions-Precariologyst

Stanotte é uscito il nuovo album degli Storpions.Dopo anni di assenza i nostri tornano con “Precariologyst” partorito in 3 anni di lavoro e dedicato alla crisi che attanaglia il mondo da quando scoppiò la bolla dei mutui subprime.Potete ascoltarlo qui

http://soundcloud.com/storpions/sets/precariologyst-part1

http://soundcloud.com/storpions/sets/precariologyst-part2

Seguirà a breve sul blog intervista con questi musicisti atipici.

Siate comprensivi con loro:sono dementi e senza un euro in tasca.