I Quindici

ImageNegli anni ’70 ed ’80 non era raro che qualcuno suonasse alla vostra porta per proporvi degli acquisti. La vendita porta a porta, ai tempi molto diffusa, é stata ormai sostituita più che altro da televendite e l’immancabile internet.

Ma torniamo a bomba. Suona il campanello ed entra una persona sconosciuta. Arrivo a malapena con la testa al tavolo e questa (era una donna, se non erro) si siede al tavolo ed inizia a parlare con i miei. Continua a leggere…

Annunci

Il canyon d’Italia

ImmagineCi voleva uno straniero a farceli riscoprire. Quando Mel Gibson girò “The Passion” tutti rimasero incantati dai Sassi. L’Unesco se ne era già accorta e li aveva inseriti nel patrimonio dell’umanità. Per molti anni li avevamo ignorati nonostante li avessimo in casa. Forse, ancora vergognosi e timidi a causa di ciò che scrisse Carlo Levi. Forse perché al solito tendiamo a non valorizzare ciò che fa parte del nostro patrimonio.Continua a leggere…

Pomeriggio calabrese

Ecco, la stradina soleggiata

mi accoglie col suo pigro silenzio

e le sue chiazze d’ombra.

Sopra i ciottoli il mio tacco

riecheggia come una voce profana,

una nacchera stonata.

Fermarsi; e non andare oltre.

Ascoltare il silenzio

e scaldarsi di sole.

Sedersi in un canto,

sotto il muretto col glicine in fiore

e non andare oltre;

e non pensare più.

 

(Maria Consolo)

Iron Maiden – Flight 666

ImmagineNel 2008 gli Iron Maiden decidono di lanciare un tour mondiale. I concerti previsti prendono il nome di “Somewhere back in time world tour” e riportano in scena il mitico “World slavery tour” del 1984-85. Il che  vuol dire che i fortunati spettatori che assisteranno alle date live potranno rivedere il mitico palco di quegli storici concerti ed ascoltare la scaletta completa dell’immortale album “Live after death”. I Maiden decidono di aggiungere alcune canzoni a quelle della tournée ’84-’85. Ma la cosa più rivoluzionaria sarà un’altra. Per potere Continua a leggere…

Scemenza pubblicitaria

ImmagineC’é una ragazza su di una sdraio in alta montagna, completamente sola e circondata da un panorama magnifico. Musica a palla dal suo smartphone che ogni tanto si blocca e che le fa storcere il nasino a patata sul viso carino. Al secondo blocco dello streaming, appare un pinguino che le passa un altro smartphone con una connessione internet da fighi e da paura così che la donzella possa ascoltare la sua musica senza interruzioniContinua a leggere…

’A nammurata mia

’A nammurata mia è ’na campagnola,

tene ’na trezza jonna e ll’uocchie chiare,

core sincero ca, si ride, pare

n’auciello cantatore ’nt’ ’a caiola…

 

Nun sape che vo’ di’ nu libro… ’a scola…

comm’è fatto ’o vapore e comm’è ’o mare…

nun sape ’a rarità d’ ’e ccose rare:

nun sape niente. E chesto me cunzola.

 

Nun penza ’o mmale, nun capisce ’o mmale,

crede c’ ’a vita è fatta tutta ’e rose…

nun sape manco ch’esceno ’e ggiurnale…

 

J’ ’a voglio bene a st’anema ’nucente

ca si me guarda dice tanta cose

e si me parla nun me dice niente.

 

(Libero Bovio)