Il canyon d’Italia

ImmagineCi voleva uno straniero a farceli riscoprire. Quando Mel Gibson girò “The Passion” tutti rimasero incantati dai Sassi. L’Unesco se ne era già accorta e li aveva inseriti nel patrimonio dell’umanità. Per molti anni li avevamo ignorati nonostante li avessimo in casa. Forse, ancora vergognosi e timidi a causa di ciò che scrisse Carlo Levi. Forse perché al solito tendiamo a non valorizzare ciò che fa parte del nostro patrimonio.

Matera ed i suoi Sassi. Che offrono un panorama unico e dirompente, che mano a mano che scendi ti irrompe negli occhi e la tua bocca inizia involontariamente a prendere la forma di una O. Le gravine che li tagliano in due. E dall’altra parte l’altopiano murgico. Sembra di trovarsi davanti in scala ridotta i più famosi canyon. Ed é proprio così: il sole nelle diverse ore della giornata , con la sua luce, fa cambiare il loro colore: bianchi, beige, ocra, arancione….

Immagine

“Cristo si é fermato ad Eboli” marchiò i Sassi in maniera indelebile. Tutti ricordano la descrizione dello scrittore sulle pessime condizioni igieniche dei suoi abitanti ma non ricordano che li descrive come un paesaggio di una bellezza mozzafiato, unico al mondo.

Immagine

Ci fu lo sfollamento forzato per l’interesse che il libro suscitò. Furono definiti vergogna nazionale ed i politici si affannarono nel cercare una soluzione, nell’essere in prima fila a visitarli. Dovevano farsi belli. E forse quelle case costruite al posto dell’antica città nascondevano altri interessi. Non lo sapremo mai. E’ uno dei segreti che magari si fanno compagnia nella gobba di Andreotti. Eppure la gente veniva trascinata fuori a forza nonostante tutto. Me lo racconta mio suocero che ha visto coi propri occhi gente che gridava e che non voleva.Alle autorità interessava la bella figura, non la bonifica ed il riadattamento.

Immagine

La sera, quando tutte le luci si accendono e il sole é calato quasi del tutto lasciando la gravina al buio dopo averla colorata di un rosso-arancio carico, si accendono le luci, anche loro arancioni. Ed i Sassi si trasformano in un gigantesco presepe sotto il cielo che tende al violetto.

Immagine

I Sassi di Matera. Ignorati, bistrattati. Uno dei paesaggi più stupefacenti del mondo.

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...