Fa’ un favore a qualcun altro

Veniva dai monti, tornava a casa,

un uomo lo portò in barca

da Osa fino a Øydvinstò.

Lui era generoso

e si offrì di pagarlo.Continua a leggere…

Annunci

Mi’ nòn am’ dsgiva…

Mi’ nòn am’ dsgiva:
“al sèèt tè, che mé
san stè in tì partisèèn?”
“nòn, mé ed politica
an capiss mja gninta” – disiva me
“ma infàt ai’n’era mja d’la politica;
a’i eren dì bosc negher
indovv ti stèvi òr e dé e setmèni
con ’na fèm un bùr e ’na pòra
e’d mòrìr adòss
comm’ i’ han sulament al bésti”
– am rispondeva lù.

 

 

[Mio nonno mi diceva / “lo sai tu, che io / sono stato nei partigiani?” / “nonno, io di politica / non capisco niente” – dicevo io / “ma infatti non c’era della politica; / c’erano dei boschi bui / dove stavi ore e giorni e settimane / con una fame un buio e una paura / di morire addosso / come hanno soltanto le bestie” / – mi rispondeva lui.]

 

(Azzurra D’Agostino)

Piccole considerazioni sul mondiale in corso

ImageNon voglio parlare della figura di palta degli azzurri. Nessun commento sportivo. Anche se i fatti hanno dimostrato che abbiamo meritatamente fatto le valigie, con una coda di polemiche su tutto e tutti nel migliore sport che l’Italia sa fare: sbraitare,incolpare tutto al di fuori di sé stessa e poi urlare che ci vuole un cambiamento che non avverrà. Su questo, nel nostro paeseContinua a leggere…

La merenda in campagna

– Che brutto aprile! – sospirò la pecora, guardando la pioggia. – Dovrei tagliare l’erba del prato, ma non si può con questo tempo!

– Non ho mai visto un aprile più brutto – si lamentò la mucca. – Dovrei piantare le piantine nel giardino, ma devo restare in casa senza far nulla!

– L’anno scorso a quest’epoca avevamo fatto una merenda in campagna. Vi ricordate che splendido sole, e come tutto sembrava più buono nei boschi?

La capra stava alla finestra, imbronciata; tutti, lamentandosi, erano inoperosi.

 

Soltanto la gallina non si preoccupava del tempo. Continua a leggere…