Tre poesie di Lalla Romano

Io sono in te

come il caro odore del corpo

come l’umore dell’occhio

e la dolce saliva

 

Io sono dentro di te

nel misterioso modo

che la vita è disciolta nel sangue

e mescolata al respiro

 

 

 

 

Come il cieco si afferra

al braccio che lo conduce

e il bambino che ha fame

cerca il seno di donna

ognuno sulla terra

chiede all’altro il suo bene

 

Ognuno povero in sé

è ricco per l’altro

 

Ognuno a un tempo è madre

e figlio:

nutre e si sfama

 

 

 

 

Rigano l’aria le rondini

e non s’incrinano i cieli

specchia il lago le nuvole

e non s’intorbida l’acqua

 

Noi fugacemente turbiamo

col nostro passaggio il tempo

e tosto si ricompone la spera

limpida e ritorna uguale

 

41EArm9Zy-L._SX296_BO1,204,203,200_

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...