Bud Spencer

Bud-SpencerL’impossibile ha preso forma ieri. Mentre tutta Italia esultava per la vittoria sulla Spagna e una coriacea Islanda stava eliminando clamorosamente l’Inghilterra dagli Europei, un gigante che credevamo invincibile ci ha lasciati. Il suo nome é Continua a leggere…

Annunci

(Io, nel 1970)

Ieri, lunedì, sono arrivato

a piedi oltre il dazio,

e ho camminato lungo il Seveso.

C’erano delle vanesse

dal volo sghembo e raso dopo due tuoni in fila.

Ho pensato che le pietre

sanno fare a meno della vita.

Mi chiedo fino a quando.

Forse, il mondo esiste solo

per dare loro la parola, un giorno.

 

(Mario Santagostini)

santagostiniIMG

da “Un regno di matite” di Elias Canetti

Va a cercare i suicidi che ha incontrato nella sua vita e li riporta indietro. Come sono contenti di seguirlo, come si stupiscono della compagnia in cui si trovano! Lui rivolge la parola a ciascuno di loro, ciascuno di loro gli rende conto del proprio gesto. Nessuno riesce a capacitarsene, nessuno lo rifarebbe.

Tutti insieme lo ringraziano, coro dei suicidi.

Un regno di matite

da “In quel preciso momento” di Dino Buzzati

In_quel_preciso_momento26 ottobre 1957

 

Scrivi, ti prego. Due righe sole, almeno, anche se l’animo è sconvolto e i nervi non tengono più. Ma ogni giorno. A denti stretti, magari delle cretinate senza senso, ma scrivi. Lo scrivere è una delle più ridicole e patetiche nostre illusioni. Crediamo di fare cosa importante tracciando delle contorte linee nere sopra la carta bianca. Comunque, questo è il tuo mestiere, che non ti sei scelto tu ma ti è venuto dalla sorte, solo questa è la porta da cui, se mai, potrai trovare scampo. Scrivi, scrivi. Alla fine, fra tonnellate di carta da buttare via, una riga si potrà salvare. (Forse.)

7 aforisti finlandesi

cop finlandiaDa qualche parte si è giunti alla conclusione che soltanto chi è sociale è sano.

(Helena Anhava)

 

*

Chi sa stare al suo posto, è come se fosse dappertutto, anche se rimane chiuso nella sua stanza.

(Markku Envall)

 

*

Tutto è stato detto, ma non ascoltato.

(Sami Feiring)

 

*

Le cose impossibili bisogna iniziarle immediatamente.

(Paavo Haavikko)

 

*

I veri vincitori non sono in competizione.

(Samuli Paronen)

 

*

Sperava, una volta diventato adulto, di poter essere bambino, indisturbato.

(Mirkka Rekola)

 

*

Quando un bambino non ha più domande, è diventato uomo.

(Arto Seppälä)