La strada nasce liquida, dal mare…

La strada nasce liquida, dal mare,

molle di curve e di pini, di ombre.

Poi sale, sgomita sui poggi nudi

o di lecci, di ulivi, di vento caldo,

di case piantate lì come un fiore,

corolle chiuse come a custodire

il respiro di uomini e bestie dentro

l’assalto di un’aria cruda e feroce.

Potrebbe non finire mai. Poi, dietro

una curva, uno slargo improvviso,

la città viene su come uno scudo

di roccia dalle rocce, chissà come

scavata nella pietra, fantasma

lungo di una nave portato lì

– da quale onda? – immobile e severo

luogo che accade e intimorisce,

alito vasto della terra, sguardo,

tempo che lo sguardo non sostiene,

radice e tronco e ramo insieme.

 

(Corrado Bagnoli)

In-tasca-e-dentro-gli-occhi4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...