Innamorati

Alla tua età che ancora su tre dita

conti a fatica, li hai sedotti, come

non so ma certo li hai messi alle corde;

c’è chi inventa pretesti per tornare,

chi da Roma telefona per te

che nemmeno rispondi: dalla porta

ti chiamo inutilmente, col triciclo

te ne vai, mi abbandoni a queste supplici

voci di innamorati.

 

(Renato Job)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...