March (Libro Uno)

march-recensioneLa questione razziale negli Stati Uniti è un argomento più che attuale, lo sappiamo tutti; nonostante ci sia stato un presidente nero, basta la minima scintilla per riaccendere l’incendio. A questo proposito, per capire cosa sia stato il movimento per i diritti civili e le conquiste che ha ottenuto nella storia recente degli USA, non c’è niente di meglio che leggere MARCH (Libro Uno, per ora), la prima graphic novel ( o fumetto, come volete) a vincere addirittura un premio dedicato ai libri tradizionali, nella categoria “Young People’s Literature”.

andrew-aydin-john-lewis-e-nate-powell
John Lewis con gli altri autori Aydin e Powell

Io non sono un esperto del genere e la voglia di leggere i fumetti mi è tornata solo recentemente.  Infatti, non avendo più molto tempo per concentrarmi nella lettura e relegando questo spazio alle ore più stanche della giornata, ho deciso di riavvicinarmi a questo genere che, non me ne vogliano i puristi, mi permette di concentrarmi un po’ meno ma di godere allo stesso tempo di storie coinvolgenti e appassionanti. E MARCH è stato così.

Uno degli autori è anche il protagonista della storia, l’attuale politico nero John Lewis; il fumetto, una sorta di biografia divisa in 3 volumi, ripercorre la storia, per altro molto recente, di John (e dell’America) dall’infanzia nell’Alabama segregazionista alla presa di coscienza di una situazione non più sostenibile e la passione per i sermoni, l’incontro con Martin Luther King e i primi atti di protesta.

Decisamente curioso il fatto che sia proprio un fumetto su King ad aver dato una spinta così importante per le azioni di John.

m00e-afnews

La narrazione così forte è resa in modo perfettamente scorrevole, senza retorica e appassionante e durante la lettura m sono sentito più volte molto coinvolto e ho finito le 140 pagine circa senza nemmeno rendermene conto.

Di grande impatto la parte in cui John, insieme ad altri, impara la pratica della non violenza, tra insulti, sputi e provocazioni.

La determinazione di quelle persone che hanno subito ogni tipo di violenza , fisica e verbale, e hanno continuato ad andare avanti a testa alta e senza paura fa veramente riflettere e spinge anche a fare qualche considerazione in più sulla vita di tutti i giorni.

march-book-one-lewis-powell-lewis-meets-king
L’incontro con M.L.King

I disegni ammetto di non essere in grado di giudicarli, non essendo esperto e non conoscendo le opere precedenti del disegnatore Nate Powell. La sensazione che ho avuto io è di disegni “semplici” e “distaccati” in cui i tratti neri sono molto più marcati e profondi, quasi descrittivi della netta separazione sociale tra bianchi e neri.

Insomma se volete avvicinarvi a questo argomento, se vi appassionano le narrazioni storiche o semplicemente cercate un bel fumetto di qualità da leggere, il mio consiglio è compratelo senza riserve.

Il secondo volume è uscito intorno al 20 di luglio e non vedo l’ora di leggerlo.

march

I libri di Petrini e l’insabbiamento dell’omicidio di Donato Bergamini

centravanti_nato_posterQuando vidi per la prima volta “Centravanti Nato” era un Miff durante il quale curavo le riprese. Io, di Carlo Petrini, ignoravo perfino l’esistenza. Eppure, quell’uomo che aveva solcato per un ventennio i campi di tutte le categorie del calcio italiano anche ad altissimi livelli, lanciava accuse mirate facendo nomi e cognomi del mondo del pallone italiano. Fu lì che scoprii “Nel fango del dio pallone”, il libro Continua a leggere…

I Quindici

ImageNegli anni ’70 ed ’80 non era raro che qualcuno suonasse alla vostra porta per proporvi degli acquisti. La vendita porta a porta, ai tempi molto diffusa, é stata ormai sostituita più che altro da televendite e l’immancabile internet.

Ma torniamo a bomba. Suona il campanello ed entra una persona sconosciuta. Arrivo a malapena con la testa al tavolo e questa (era una donna, se non erro) si siede al tavolo ed inizia a parlare con i miei. Continua a leggere…

Nel paese di Tolintesàc- Cristiano Cavina

ImageUn bambino che non doveva nascere passa le sue giornate ad ascoltare la nonna che gli racconta storie di ogni tipo che hanno un unico argomento: la sua famiglia e il paese dove abitano, Purocielo. Il bimbo cresce con quelle narrazioni che gli risuonano nelle orecchie. Lo zio che aveva viaggiato ed era stato ricco, i tradimenti del nonno, suo padre che non c’é mai stato.

Detta così so che può sembrare una sintesi molto banale e che non dice nulla ma i pregiContinua a leggere…

Edwin Black-War Against the Weak: Eugenics and America’s Campaign to Create a Master Race

Image“La natura non é democratica, la natura é aristocratica”. Forse é la frase presente nel libro “War against the weak” che rimane impressa dopo la lettura delle oltre 400 pagine.

Edwin Black ci narra, dopo un mastodontico lavoro in cui ha impiegato 50 persone negli archivi americani e di tutto il mondo, la storia dell’eugenetica americana, dalla sua fondazione, al suo proliferare in ambito scientifico fino a finanziare Continua a leggere…

Come lupi tra le pecore-Davide Maspero e Max Ribaric

ImmagineLa Tsunami é una casa editrice che ha il grande pregio di essere andata a colmare un buco dell’editoria italiana: quello riguardante la letteratura e la storia dell’ heavy metal,dell’hard rock e di tutto il mondo underground che ruota attorno a questi generi.

“Come lupi tra le pecore” é un’opera che affronta un tema alquanto spinoso: il black metal di matrice nazionalsocialista,Continua a leggere…